Le gemelline in fondo al lago di Losanna?


15.50 Matthias Kaspar Schepp: “Riporto io le bambine domattina a scuola”

Luogo in cui le celle telefoniche agganciano il segnale: Annecy (Francia)

18.20 Irina Lucidi: “Portale a scuola alle 7”

18.30 Matthias Kaspar Schepp: “Le bambine hanno bisogno di me”

Luogo in cui le celle telefoniche agganciano il segnale: Lione (Francia)

19.30 Irina Lucidi: “Oh ma la prossima volta dobbiamo organizzarci meglio”

Le gemelline Alessia e Livia sono state viste per l’ultima volta davanti alla casa del padre alle 13 e 30 del 30 gennaio, domenica. Alle 15 e 50 il padre manda il primo sms dalla Francia (Annecy) alla moglie. Ha varcato il confine in auto, un’oretta di viaggio da casa sua. Le bambine non possono espatriare senza documenti, che sono rimasti a casa della mamma. Sull’auto non sono stati messi neppure i seggiolini obbligatori in Svizzera per i bambini. Quindi le bambine non sono con lui.
L’uomo raggiunge Marsiglia per imbarcarsi in Corsica. Si imbarca, da solo, nonostante abbia comprato e vidimato tre biglietti. Lo riporta il giornale svizzero 24 heures. In Corsica c’era stato in vacanza con la famiglia molto tempo prima, quando probabilmente erano tutti e 4 felici. Dalla Corsica sbarca in Italia e si ferma a Cerignola per farla finita. Prima di uccidersi invia a casa della moglie, per posta ordinaria, in sette diverse buste, tutti i 7500 euro prelevati dai bancomat di Marsiglia.
La psicologia unita con l’indagine dice molte cose. Il primo sms appare il compimento dell’atto (l’uccisione delle figlie) : riporto io le bambine a scuola domani. Cioè: non cercarmi, non cercarle. L’uomo prende tempo e rassicura la moglie per andare dove ha programmato di morire. Luoghi felici da ripercorrere per l’ultima volta: Corsica, forse passando per l’ Ascolano (dove vivono i parenti della moglie, nelle Marche) e fine del viaggio a Cerignola, luogo qualsiasi, quando è ormai inutile proseguire.
Alle 15 e 50, quando l’uomo è al confine con la la Francia ha già ucciso le sue figliolette. Sua proprietà che non vuole nè perdere nè restituire alla moglie. L’ultimo sms: le bambine hanno bisgono di me. Cioè, non le te restituisco. La madre non si spaventa per quella frase, che, letta con attenzione, è agghiacciante perchè signfica non posso più restituirtele.
Aprendo la cartina della Svizzera si vede il lago, a un passo da casa. Il lago è l’unico luogo dove corpi possono non essere ritrovati mai più. Forse le gemelline sono lì, a un passo da casa.
Perchè ha prelevato tanti soldi a Marsiglia? Probabilmente aveva progettato di restare in vita più a lungo. Perchè li spedisce alla moglie? Banalmente per risarcirla del dolore che le ha procurato.

Annunci

3 commenti

  1. ottima ipotesi e forse può essere davvero così, perchè non la manda a Chi l’ha visto? loro se ne stanno occupando, io pensavo anche che forse sono presso la famiglia di lui e non vogliono renderle alle madre, tutto potrebbe essere!
    beh, speriamo….
    Gabriella

    Mi piace

  2. Povero ingegnere…La sua propria moglie l’ha portato a suicidio.

    Se non le serve il marito, ora che vada a creare pure altre due bimbole con quel altro con cui si e’ messa…Divorzio?!
    La polizia deve interrogare lei, perche’ e’ proprio lei che l’ha portato a una malattia mentale…con lei e’ vissuto tanti anni prima. Sono sicuro che non gli ha mai resa felice.

    Mi piace

    • Povero ingegnere che è morto in quel modo, sì, ma dire che la moglie l’abbia portato al suicidio perchè si è separata da lui è impossibile, oltre che il solito tentativo di incolpare le donne. Esattamente quello che pensava Matthias Shepp nel suo narcisismo infantile, incapace di assumersi responsabilità da adulto. Il matrimonio può comportare anche la separazione e bisogna sapere reggere il conflitto, l’abbandono e il dolore. Se si è maturi. Altrimenti le conseguenze sono queste tragedie.

      Mi piace


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...